La Favola di Natale ad Arona

Nelle buio delle giornate che si fanno sempre più corte poco alla volta sono comparsi luci e alberi addobbati: è Natale. E se le giornate fredde rendo più piacevole restare a casa con i propri affetti a rilassarsi al caldo passando dei piacevoli momenti in compagnia, le vacanze natalizie, che ci consento di avere maggiore tempo da dedicare ad attività inconsuete sono anche l’occasione per il proliferare di attività, mostre e concerti.

Cos’è
Iniziamo con la città che ha dato i natali a San Carlo Borromeo, Arona, dove le manifestazione di susseguono senza interruzione dall’inizio del mese di Dicembre. Addobbata a festa, l’intera città è divenuta la gigantesca scenografia delle feste natalizie degli aronesi e dei milioni di turisti che in questo periodo invado le vie del centro storico e quelle dello shopping.
Chi ama fare movimento e ha buon equilibrio non può e non deve perdersi la pista di pattinaggio che anche per quest’anno è stata allestita in Piazza Del popolo. Le splendide scenografie installate nella piccola piazza, dove un tempo sorgeva il vecchio porto, si alternano al naturale splendore offerto dalla vista sulla sponda lombarda del Lago Maggiore che potrete ammirare mentre scivolate leggiadri sulla pista ghiacciata fino al 6 Gennaio.
Proseguendo verso la passeggiale del lungolago, se sarete ben attenti, riuscirete a scorgere delle figure nelle acque fredde: si tratta del presepe sommerso adagiato sul fondo del Lago, messo in posa il Domenica 16 dai sommozzatori del Club Sommozzatori Marcello Salina grazie alla collaborazione con l’Associazione Noi Sea Aeroporti di Milano.
Gli addobbi romantici che si accendono al calar del sole e l’allestimento del centro si ispira al tema Il mondo che vorrei: una fiaba vissuta in un bosco incantato tra betulle innevate i cui rami eleganti sono decorati con addobbi rossi, piccoli abeti che si alternano a sfere rosse e con i loro rami eleganti che culminano in un gigantesco albero di Natale, alto 8 metri, decorato con sfere brillanti. E’ un Natale rappresentato in modo tradizionale, con abeti e betulle, ma innovativo perché le luci a led sono tecnologiche e a basso consumo, invitando ad andare verso il nuovo senza timore ma cercando di essere positivi e sereni.
Se invece amate il lato più tradizionale del natale potrete visitare la mostra Presepi in vetrina. Sino all’epifania presso il Salone Merzagora di Corso Liberazione 62 potrete ammirare le splendide rappresentazioni della natività.
A Mercurago, frazione della città, si svolgerà Domenica 23 presso la chiesa parrocchiale di San Giorgio la 7° edizione di Cantare insieme per il Natale alla quale parteciperanno entrambi i cori della frazione e i piccoli musicisti dell’oratorio con un repertorio natalizio e multiculturale.
La notte della vigilia nella frazione di Dagnente potrete scambiarvi gli auguri e assaggiare un bicchiere di Vin Brulé caldo.
Anche salendo verso le colline del Vergante non mancano gli appuntamenti: per incominciare ad Invorio Sabato 22 Dicembre la Nuova Filarmonica Invoriese, diretta dal maestro Alessandro Temporelli, con la Corale parrocchiale si esibiranno in Suoni e Voci, aspettando Natale, il tradizionale concerto che offre l’occasione per scambiarsi gli auguri e vivere l’atmosfera della festa più amata dell’anno l’impeccabile esecuzione dei brani tipici. Ore 21 presso la chiesa parrocchiale dedicata ai Santi Pietro e Paolo, ingresso gratuito.
La Chiesa della Madonnina di Meina invece ospiterà il concerto di Natale Domenica 23. Mentre il 24 alle ore 23 prenderà letteralmente vita il presepe per le vie del paese.
Appuntamento dedicato esclusivamente ai più piccoli quello del pomeriggio del 23 quando la slitta di Babbo Natale scenderà dalla soleggiata località Poggio Radioso verso tutte le frazioni di Nebbiuno.
Allo scambio degli auguri per un buon anno ci ha pensato l’Associazione I Picasass. Se passate per Fosseno, frazione di Nebbiuno, nel pomeriggio del 30 Dicembre potrete partecipare alla fiaccolata che scenderà dalla frazione. Al termine vi potrete scaldare con il vin brulé e cioccolata calda preparata dai volontari.

Perché partecipare
Perché le offerte sono talmente tanto che vi garantiranno di divertirvi, svagarvi e godervi a pieno i giorni delle vacanze.

Ideale per…
Bhè….direi tutti. Per le coppiette che voglio passeggiare abbracciate per le vie del corso. Per i bambini che a casa nonostante il freddo proprio non vogliono stare in casa. Per tutti quelli che in queste feste esagereranno tra pranzi e cene con parenti e amici e vogliono tenersi in forma.

Show CommentsClose Comments

Leave a comment